domenica 18 dicembre 2011

7 MESI DI ASSESTAMENTO

Ciao a tutti quelli che hanno avuto pazienza di aspettarmi in tutti questi mesi.
Ora sono più preparata per raccontare qualcosa sulla vita matrimoniale! Ciò che premetto, è che a differenza di tutte le paure, le ansie, le notti con le lacrime per il distacco che ho vissuto durante il pre-matrimonio, si sono come volatilizzati da quel giorno in poi; ho letto molti forum durante l'organizzazione, per avere il parere e sentire i pensieri di altre spose che si stavano avvicinando al giorno del sì, sperando quasi che anche loro, come me, fossero terrorizzate.... ed ora mi sento di dire che vorrei rassicurare tutte quelle future sposine che stanno vivendo ora queste sensazioni, perchè ne uscirete vive!.... No scherzo! :) Perché stare accanto all'uomo che ami tutti i giorni, significata donarti incondizionatamente, sentire il suo amore e vivere nella quotidianità ogni piccolo gesto di amore che si trasforma in conforto nei momenti di tristezza ed in gioia infinita in quelli di felicità. Siamo sposati da pochi mesi (7) e quindi è normale che molti di voi in questo momento stiano pensando che è troppo facile parlare ora, quando tutto è così bello e nuovo, ma non è neanche giusto sentire quello che ci è stato ripetuto a noi quasi per convincerci a non fare il grande passo: "Il matrimonio è la tomba dell'amore" - "Vedrai tra qualche anno, tua moglie ti schiavizzerà" - "Perchè dovete rovinare tutto così" - "Sarebbe meglio che ognuno stesse a casa sua" o per finire "Ma perchè vi sposate così giovani? Non sarai mica incinta?" :) Bello vero? Siamo consapevoli che il matrimonio non è una passeggiata, ma indubbiamente un'enorme sacrificio che ci porterà negli anni a passare momenti bui, periodi di incomprensioni e mancanza di dialogo, abbiamo visto con i nostri occhi altre coppie vivere questi momenti proprio in queste settimane, ma allo stesso tempo vederli rinascere con la forza di volontà che solo chi è innamorato può avere, ci ha dato speranza e fiducia.

martedì 5 luglio 2011

SIAMO UNA FAMIGLIA - III PARTE

Mi scuso per l'assenza prolungata e riprendo la terza ed ultima parte del racconto.

Dopo bellissime foto sotto la pioggia, arriviamo al ricevimento, dove tutti ci aspettano con una cariola imbottita ed un giubbetto fosforescente per Paolo con dietro attaccati dei piccoli rastrelli da giardinaggio..... :) si stava bene li sopra, quasi come un letto....... :)
Dopo avere sistemato ognuno al proprio tavolo finalmente ci possiamo sedere anche noi e rilassarci.... purtroppo il mio stomaco non vuole saperne, è come se avessi ingoiato una mucca intera, non riesco a mangiare praticamente niente, anzi... addirittura il responsabile del catering preoccupato e molto gentile mi prepara anche una camomilla..... . Partiamo con il fotografo per gli ultimi scatti in centro a Medicina, dove patisco un freddo allucinante, infatti nelle foto tengo le spalle praticamente attaccate alla testa, non si vede il collo :)  e poi cominciano gli scherzi.
Apro una parentesi, di solito si sa, gli scherzi ai matrimoni possono essere di cattivo gusto, soprattutto quando riguardano la casa esempio allagarti il bagno, metterti le uova con farina sulle scale... addirittura alcuni amici per altre occasioni hanno murato la porta di ingresso con il cartongesso ????? :( ringrazio il cielo che a noi queste cose non sono capitate.... naturalmente ci eravamo organizzati badando bene di non dare le chiavi a nessuno e raccomandandosi con i familiari quindi ci siamo salvati..... e devo dire che i "giochi" ideati dai nostri amici sono stati molto simpatici ed originali:
1) Prove a tempo con penitenza per il consorte: piegare 7 camicie in 1 minuto di tempo - penitenza: dare tre morsi ad una mela appesa senza nessuno dall'altro lato (impossibile) / far scoppiare 25 palloncini con le scarpe in 30 secondi - penitenza: gonfiare tre palloncini con la maschera da sub .
2) Riconoscimento del consorte: bendati, ognuno dei due doveva riconoscere l'altro da una parte del corpo in mezzo a tanti... lui dal polpaccio ed io dalla mano...... Beh non ci crederete.... entrambi abbiamo indovinato :) :) :)
3) Passare al setaccio un secchio intero di ghiaia con dentro tutti i centesimi di € 0,01/0,02/0,05 non vi dico che fatica, non venivano su neanche con la calamita
4) poichè conoscono molto bene Paolo, sanno anche quanto poco gli piaccia lavare i piatti e per questo hanno improvvisato una catinella con acqua, sapone e piatti sporchissimi...... poverino, in compenso gli hanno regalato un grembiule niente male.
5) Immersione della paletta taglia torta in una bacinella piena di panna montata.

Per i più curiosi come promesso metto anche la foto della torta che nonostante le mie perplessità era bellissima: purtroppo io non l'ho neanche toccata perchè non volevo stare male vista la mia intolleranza al latte ma tutti hanno ampiamente gradito.
La giornata avanza ed i primi amici e parenti cominciano a salutarci ed eccoci pronti con le bomboniere che abbiamo preparato in  questi mesi.
Adesso arriva la parte più difficile, salutare i miei parenti ed i miei genitori, che tristezza, vedo la zia che scappa via quasi senza salutarmi per il magone......... ma questa è la vita ed ora ha inizio la storia di una nuova famiglia..... la nostra :)
Ecco la torta come promesso:

lunedì 23 maggio 2011

SIAMO UNA FAMIGLIA - II PARTE

Sono le 11:15 e si parte per la Chiesa, se ci penso ancora adesso mi vengono i brividi, in vita mia non sono stata + agitata ed emozionata di così. L'autista, il marito di mia cugina, tentava di farmi parlare per calmarmi, ma non riuscivo a capire niente di quello che diceva, avevo la testa fra le nuvole.
Immancabilmente, arriviamo davanti al portone pieno di gente stipata e comincia a piovere più forte di prima, mamma mia, ho fatto bene a comprare l'ombrello bianco alcune settimane prima..... non me la sarò mica gufat???? :o

Cmq prima gaff del giorno, arrivo già un pò bagnata all'interno della Chiesa, arriva mio padre, parte la marcia nuziale...... e il bouqet?????? Oddio, è rimasto in macchina.... corri corri......


Sotto braccio al mio papà partiamo per raggiungere il mio bellissimo Paolo che mi aspetta all'altare....
Do un bacio al mio papy e mi siedo accanto al mio quasi marito raggiante e sorridente che mi fa un sacco di complimenti.
Celebra la messa Don Cristian, giovane amico di Paolo trasferitosi a Castel San Pietro da un paio di anni, ci tenevamo fosse lui a guidarci in questo giorno e devo dire che mai scelta fu più azzeccata di questa; la cerimonia è quasi volata, omelia breve ma bellissima, letture dei testimoni e amici, scambio degli anelli perfetto

segno della pace a testimoni e genitori reciproci e siamo già arrivati al rito di conclusione.

Come da regolamento, ci vengono letti gli articoli del codice civile riguardanti il matrimonio, ci viene chiesta la conferma dei nostri dati e quella dei testimoni per procedere alle firme sul registro.....

Comincia la gincana dei saluti già davanti all'altare, è stato bello scoprire come si siano presentate persone anche non invitate che però avevano piacere di venirti a vedere, amici di famiglia, clienti di mio padre, tutte persone che ho avuto il piacere di salutare e ringraziare di cuore.

Dopo un quarto d'ora di fotografie in chiesa, che devo dire niente male, ci hanno fatto poco gentilmente capire che non eravamo più desiderati e senza pochi complimenti hanno spento le luci e ci hanno praticamente accompagnato fuori chiudendomi il vestito in mezzo al portone..... mah........ a volte penso che se devi fare un servizio come volontario contro voglia e in modo scorbutico, sia meglio starsene a casa... o no???????
Neanche a dirlo quintali di riso ci piombano addosso e si infilano veramente dappertutto, ovunque e sentiamo in sottofondo la marcia nuziale che piano piano si affievolisce.
Il tempo continua ad essere beffardo e ci costringe a riprendere in mano il nostro mitico amico ombrello che ci accompagna sotto il portico dove ci attende la banda di Medicina (dove suona Paolo) che ci allieta con alcuni brani solamente per noi.... che emozione, quanti possono dire di aver avuto la Banda al loro matrimonio.......


Dopo altri saluti, il fotografo ci reclama, è il momento di immortalare questo giorno, e lo facciamo nei modi più alternativi che potessi immaginare; poichè piove a dirotto siamo stati inizialmente all'interno di un bar al bancone davanti a centinaia di pasticcini (neanche a farlo apposta, la mia passione), con un calice di vino in mano, sopra gli sgabelli, allo specchio, insomma più originali di così non si poteva chiedere e dopo sotto l'acqua in centro davanti ai portici e alla torre dell'orologio sotto il nostro ombrello con il mio vestito tutto inzuppato e ormai di colore indefinito......
Le foto che ho postato sopra sono di amici e parenti, non vedo l'ora di vedere quelle effettive del fotografo....

To be continued......

giovedì 19 maggio 2011

SIAMO UNA FAMIGLIA - I PARTE

Come avrete capito domenica è stato il grande giorno e come se qualcuno da lassù ce l'avesse con noi, qui a Bologna da tre settimane è piovuto a dirotto solamente quel giorno per tutto il tempo con un abbassamento delle temperature notevole.

Cmq questo aspetto della giornata non è detto che sia stato negativo e tra poco scoprirete il perchè.....

Incredibilmente a dispetto di quello che si sente in giro ho riposato tutta la notte per fortuna e sono riuscita a stare nel letto fino alle sette di mattina; come promesso la mia mamma mi carica di energia con uno zabaione da urlo, l'ho divorato in cinque secondi, però il mio stomaco per il momento non riesce a mandare giù niente, ma c'è tempo e comincio a prepararmi, alle 08:00 deve arrivare la truccatrice.
Nella mia cucina regnava il caos, eravamo 8 donne tra zie, cognata, nipotine, truccatrice e parrucchiera, nel frattempo il maltempo ha cominciato a farsi sentire; la velocità con cui mi hanno agghindato è impressionante, ci ho messo più tempo a vestirmi che a fare tutto il resto. Nel frattempo arriva il mio bellissimo bouquet.
Ed ecco la sposa pronta per partire...

giovedì 28 aprile 2011

DELUSIONE TORTA

Ieri pomeriggio ero proprio delusa, per non dire arrabbiata!!! Sono stata in pasticceria per ordinare la torta ed i salatini per il buffet che precederà il pranzo; come da indicazioni del titolare, non ci siamo presentati prima di due settimane dalla data perchè sarebbe stato presto, e così grazie a questa informazione sbagliatissima, non potrò avere la torta che ho sempre desiderato.... :( :(

Eccola nel suo splendore:


Che delusione.... Non riescono perchè ormai è troppo tardi per prepararla, dovrebbero ordinare i vassoi rigidi, preparare la farcia prima del tempo e comporla richiedere del tempo che ormai non c'è più; così mi sono buttata su una cosa completamente diversa che non mi ispira tantissimo e che spero però mi sappia sorprendere quel giorno in cui me la troverò davanti decorata con i fiori del mio bouquet..... Dopotutto non è possibile avere sempre quello che si vuole no?

La torta di cui parlo è piana molto grande per 170 persone circa, crema chantilly e cioccolato ricoperta di panna montata e decorata al centro con due cuori enormi e sparsi le rose arancioni del mio bouquet e qualche cymbidium e lisiantus bianchi per arricchirla.

lunedì 11 aprile 2011

SORPRESA ADDIO AL NUBILATO

Ieri la mia migliore amica, nonchè testimone di nozze mi ha fatto un regalo del tutto inaspettato; un pacchetto Emozioni per una notte in una struttura di lusso a 5 stelle a scelta tra 40 diverse località.
Sono sincera come sempre, e voi ormai lo sapete.... sono combattuta con me stessa; non vorrei andarmene durante i preparativi e soprattutto non sono stata così bene in questi mesi da aprire le valigie e andarmene senza rimorsi o pensieri, allo stesso tempo però penso di non dovermi condizionare la vita sui se, i ma, se non si affrontano le paure non si supereranno mai e allora forza, via i brutti pensieri e torniamo a goderci la vita al meglio.
Ho scelto una bellissima struttura a Pisa, nelle vicinanze della Piazza dei Miracoli: Abitalia Tower Plaza. Per dare una sbirciatina vi lascio il link al loro sito internet: http://www.abitaliatowerplaza.it/

giovedì 7 aprile 2011

E SI SISTEMA LA CASA....

Giornate intensissime, non pensavo che la casa ci avrebbe occupato così tanto tempo; devo essere sincera, si vogliono fare cose che si potrebbero rimandare senza alcun problema anche al dopo-matrimonio, ma il mio quasi futuro marito non vuole sentire ragioni, tutto deve essere fatto ora e soprattutto altro che medusa, dovrei avere 50 mani e per di più con l'aiuto dei suoceri, anche le richieste e le cose da fare contemporanemente aumentano; se stai sistemando della roba negli scaffali, ecco che ti chiamano per lavare le spugne mentre loro puliscono i travi, poi mentre tu devi spazzare ecco che ti richiamano per assisterli o vedere come hanno fatto le cose .... :| :| calma..... calma.......

Ecco la verità: NON VEDO L'ORA CHE FINISCA!!!!!!!! Sono stufa di bomboniere, zuccherini, abiti, acconciatura, trucco, libretti, menù ecc. ecc. ma perchè, chi l'ha stabilito che bisogna condire questo giorno e circondarci di cose costruite ed "inutili". Basta, basta.

Mi sto esaurendo, chiedo scusa per lo sfogo ma cercate di capire, ci siamo quasi e ho i nervi a fior di pelle, voglio solo sdraiarmi nel letto e dormire per giorni e giorni, scaricarmi e divertirmi. :)