lunedì 31 gennaio 2011

PARTECIPAZIONI

La cosa + importante ora, è che tutto ciò che abbiamo prenotato fino a questo momento si possa slittare di una settimana in anticipo... Per fortuna non ci sono problemi, essendoci mossi con largo anticipo siamo salvi.
L'unica cosa che avevo già fatto erano le partecipazioni................. DA RIFARE.......

Le partecipazioni, forse il passo più insidioso verso il vostro matrimonio. Perché?... Consigli e trucchi.

Perchè sono il biglietto da visita dell'intera cerimonia, la prima cosa che gli invitati vedranno, quindi devono essere adatte al tipo di stile che avrete scelto.

A chi inviare le partecipazioni?

Come vi potete comportare di fronte a questi dubbi? Innanzitutto stilate un elenco di parenti, amici, conoscenti… Poi selezionate tutti gli invitati d’obbligo. Infine dopo aver contato e controllato gli ospiti selezionati, scegliete anche sulla base di aspetti pratici (rischio di sforare il mio budget?) e di trucchetti (mi avevano invitato al loro matrimonio?) tutte le persone che sarebbe scortese non invitare.
Ricordatevi che oltre alle partecipazioni ci sono anche gli inviti: dall’elenco che avete appena compilato selezionate quanti volete invitare non solo alla cerimonia, ma anche al pranzo.

Cosa scrivere sulle partecipazioni?

Nel caso siate voi ad annunciare il matrimonio il nome dello sposo va indicato in alto a sinistra, quello della sposa a destra; per le altre indicazioni vale quanto detto poco fa.
Per quanto riguarda l’invito, siete voi i responsabili: indicate il luogo del ricevimento, la sigla R.S.V.P. (Répondez S'il Vous Plaît) per chiedere la conferma e, sul retro, come arrivare: ricordatevi di inserire il numero di cellulare del capofila, puntualmente qualcuno si perderà appena usciti di città…

Quando spedire le partecipazioni?

Dipende dal mezzo che scegliete per recapitarle: solitamente si ricorre a posta, corriere o consegna a mano. In ogni caso, le partecipazioni con invito devono giungere a destinazione non più tardi di un mese e mezzo dal giorno delle nozze, mentre quelle senza invito al massimo due settimane prima.

Un ultimo consiglio. Nella lista che avrete compilato vi sarà sfuggita almeno una persona: è matematico. Non siate parsimoniosi, ordinate partecipazioni in abbondanza e tenetevi pronti a elargirle agli ultimi (auto-?) invitati.

Io avevo le idee molto chiare su ciò che volevo diventasse la nostra partecipazione, semplice e solare come sarà l'intera cerimonia, quindi la prima cosa che faccio è cercare su internet uno sfondo adatto all'occasione, dopo vari tentativi, ho trovato uno splendido quadro con girasoli in primo piano, spettacolari, sarà lo sfondo della partecipazione; macchina fotografica in mano e trascino il mio lui a farci delle foto che verranno rimpicciolite e incolonnate una sopra l'altra e poste a lato del foglio, bellissimeeeeeeeeee,

AIUTOOOOOOO

Avete presente quando tutto sembra andare come volete??? La paura che arrivi qualcosa a rompere l'equilibrio incombe..... e così è stato......
Mi chiama Stefano (il fotografo) e mi dice che la parrocchia ha deciso di spostare le comunioni la settimana prima rispetto alla tradizione, e quindi.... e quindi???? Come quindi, la settimana prima è il nostro matrimonio, ma la cosa peggiore è che mia nipote deve fare la comunione..... :o :o e adesso??????
Pensa Elisa, pensa..... non rimangono alternative...... dobbiamo spostare la data, non posso accavallare le due cose insieme.
Così, con il cuore in gola rinuncio al nostro giorno speciale e mi presento dal Don abbastanza inviperita, perchè lui non ci ha comunicato niente, e dire che mi ero tanto raccomandata che non fosse la giornata delle comunioni apposta.... Sarà la vecchiaia che avanza....
Spostiamo al 15. Sigh Sigh Sigh..... :( :( :(

domenica 23 gennaio 2011

LOCATION

Oggi ci dedichiamo alla scelta della cosa più costosa di tutto il matrimonio, e chi si sta sposando o già si è sposato, lo può confermare. La LOCATION!
La scelta al giorno d'oggi è molto vasta, vediamo insieme le diverse possibilità:
RISTORANTI
VILLE
CATERING
Alla base di tutto c'è il budget concordato e quindi le possibilità economiche della coppia e delle rispettive famiglie. Certo, a quale ragazza non piacerebbe sposarsi e festeggiare il ricevimento in una sontuosa e romantica villa dell''800 come una principessa di altri tempi???? Anche a me, ma il nostro portafoglio non ce lo consente, così decidiamo di seguire l'esempio dei miei futuri cognati, e ci affidiamo alle mani del Sig. Mauro, che si occupa di un'associazione che prepara splendide serate di beneficienza.
Per noi è la scelta migliore, fare del bene, con un occhio di riguardo alle tasche, non male no?
Ci mettono a disposizione una sala enorme al piano terra, in modo che anche i parenti più attempati non debbano faticare salendo le scale, decisamente spaziosa, può contenere 500 persone, una vasta scelta di primi piatti, fino a dieci e soprattutto la familiarità del luogo e delle splendide persone che abbiamo conosciuto in occasione del matrimonio del fratello di Paolo, veocità, semplicità, cordialità e simpatia, cosa chiedere di più?
Prenotiamo per il 22 maggio e promettiamo di risentirci a due mesi dal matrimonio per la disposizione dei tavoli.

venerdì 21 gennaio 2011

IL FOTOGRAFO DI FIDUCIA

C'è chi ha il macellaio di fiducia, io ho il fotografo...... strano? No, perchè? Con tutte le foto che sviluppo in un anno mi sembra strano che tra un pò non mi adotti. :)
Si chiama Stefano e quando gli ho confermato il servizio senza neanche voler sapere il prezzo si è commosso e mi ha abbracciato...... certo... anche io mi metterei a piangere, con quello che si fanno pagare.......

CONSIGLI: Le foto sono il ricordo + bello che rimarrà di quel giorno, non siate troppo tirchi o non dite che non le volete per risparmiare, ci sono tantissime cose superflue a mio avviso di cui si può fare a meno, ma le foto proprio non si toccano.
Le cose da chiedere:
- Innanzitutto la disponibilità totale della giornata, non lesinate anche se è fino a tarda notte.
- Chiedete di vedere alcuni album di matrimoni che hanno fatto per farvi un'idea dello stile del fotografo
- Informatevi sul prezzo
- Chiedete come ha intenzione di impostare il servizio, prima del cibo, dopo, ecc, per organizzarvi coi tempi del ristorante (molte volte fotografo e direttore del catering finiscono per litigare, ce lo ha detto Stefano)
- Non esitate a chiedere qualsiasi dubbio già dal primo incontro, vi aiuterà nella scelta finale.

Il nostro album prevederà un centinaio di foto, che sceglieremo insieme, ci verranno consegnati dei provini a casa, ma fidandoci del fotografo lasceremo che sia lui ha sbizzarrirsi sui diversi stili dell'album (Foto grande, decorazioni, effetto bianco e nero ecc.)

giovedì 20 gennaio 2011

INCONTRIAMO IL DON

L'incontro con il parroco è sempre fondamentale a mio parere, sarà lui insieme agli sposi a decretare come si svolgerà la cerimonia.
Essendoci mossi con un anticipo stratosferico, siamo i primi del 2011 quindi abbiamo a disposizione tutti i giorni dell'anno. Che fortuna! Ci accordiamo sul 22 maggio 2011. Fino all'ultimo abbiamo avuto il panico che però non fosse disponibile perchè maggio è il mese delle comunioni ed essendo un paese, il nostro parroco ogni domenica del mese celebra le comunioni in tutti i comuni piccolini limitrofi, ma il 22 era l'unica domenica libera. Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.

CONSIGLIO: Il primo incontro con il parroco è puramente informativo, nel senso che il pensiero principale è fissare la data, vi dirà che per il resto c'è tempo. Se siete perfettine come me, non esitate cmq a chiedere come si svolgono di solito le cose, ossia se c'è la possibilità di sfruttare il coro della parrocchia oppure di "ingaggiare" persone di fiducia, se avete preferenze su chi sia a celebrare la messa, sulle letture ecc, per farvi un'idea generale delle cose. La cosa migliore secondo me però, è vedere di persona un matrimonio che si svolge nella chiesa che avrete scelto.
Ricordo che ogni parrocchia adotta delle regole tutte sue.

mercoledì 19 gennaio 2011

LA SCELTA DELLA DATA

E' proprio la base per incominciare, un pò come le fondamenta di una casa.
Lui è un amante sfegatato del caldo, infatti in questo periodo mi sta facendo morire, e quindi eravamo d'accordo nel celebrare la cerimonia in estate, in giugno per essere precisi.

Io, da organizzatrice perfettina, subito a controllare l'agenda e vedere quale domenica mi piaceva di più; non ero entusiasta, perchè giugno è un mese pieno di compleanni e non volevo che le cose si mischiassero troppo, poi per curiosità ho sfogliato il mese di maggio... e guarda un pò,.... c'è una domenica esattamente il 22, il giorno del nostro primo appuntamento; come potevo resistere era troppo bello, ci saremo sposati nello stesso giorno in cui tutto è cominciato. Quindi è deciso......

CALENDARIO MATRIMONIALE:

Posto di seguito il calendario delle cose da fare per i preparativi del matrimonio, l'ho trovato sul web, con qualche piccola modifica da parte mia.

Un anno prima
Immaginando che abbiate deciso di sposarvi forse vale la pena di iniziare a pensare di fissare la data e il luogo della cerimonia.
Se vi sposate in chiesa cominciate ad informarvi presso il parroco per la data ed il corso prematrimoniale. Diversamente sentite il sindaco.
9-10 mesi prima
Informarmatevi per i documenti da preparare.
Cominciate a fare un pensiero sul luogo del ricevimento: è più difficile di quanto si creda trovare quello giusto e molti sono prenotati per secoli a venire.
8-9 mesi prima
Giunti a questo punto dovreste aver fissato data della cerimonia ed individuato il luogo del ricevimento che vi piace.
E' ora forse di iniziare a pensare anche al lato economico della faccenda. Provate a pensare quanto volete (o potete) spendere per il matrimonio, quanti invitati potete permettervi e parlate con le rispettive famiglie.
7-8 mesi prima
Per quanto riguarda la cerimonia: è ora di pensare ai testimoni, ai canti, etc..
Le spose possono iniziare a pensare all'abito: siamo sicuri che molte si saranno già portate avanti..
Definite bene la lista degli invitati così da poter passare un numero indicativo a chi vi organizza il ricevimento.
Di solito in questo periodo vi accorgerete che il problema budget non è secondario. Arriveranno spese impreviste e naturalmente vorrete che tutto sia il meglio possibile.
Che dire? Anche se avete un buon budget il nostro consiglio è: spendetelo con attenzione comunque. Ci sono cose per le quali vale la pena di non lesinare ed altre per le quali potreste spendere una fortuna senza che nessuno se ne accorga. Questo potete saperlo solo voi perchè conoscete i vostri invitati ma non mettete in tavola il brunello se sapete che la metà dei vostri ospiti lo berrà scambiandolo per il vino della casa.
5-6 mesi prima
Rimettendo l'attenzione sulle scadenze a questo punto della storia dovreste aver definito più o meno tutto per quanto riguarda la cerimonia ed il ricevimento. Se non avete ancora scelto i testimoni, beh, è ora di farlo.
Aprite una lista nozze. I parenti inzieranno a scatenarsi..
Scegliete il fotografo confrontando prezzi e qualità.
Pensate se volete mettere dei fiori, quanti e dove. Cominciate a pensare alle partecipazioni, quante e dove stamparle. Se andate in viaggio di nozze, fatevi un'idea di dove andare e quanto spendere.
3-4 mesi prima
E' tempo di comprare i vestiti e versare gli eventuali pagamenti ancora in sospeso (rinfresco, fiori, partecipazioni, bomboniere, etc..)
Se avete scelto di fare il viaggio di nozze nell'africa nera o altri posti particolari controllate documenti, vaccinazioni e i visti che vi servono altrimenti rimarrete nella hall dell'aereoporto.
2-3 mesi prima
Dovrete scambiarvi gli anelli giusto? E' ora di ordinarli.
Finalizzate la lista degli invitati e cominciate a pensare a come distribuire le partecipazioni.
Per la cerimonia pensate a chi far fare le letture ed eventuali canti. Provate a pensare a chi vi accompagnerà ed all'auto della sposa.
La sposa dovrebbe aver definito chi le farà trucco e acconciatura.
Se avete scelto il fotografo magari incontratelo: può essere utile per capirsi meglio e definire gli ultimi dettagli.
1-2 mesi prima
Spedite gli inviti e cominciate a raccogliere le conferme: serviranno per passare il numero definitivo di persone al ricevimento.
Controllate di aver fatto tutti i documenti necessari per il matrimonio: se così non fosse correte ai ripari!
2-3 settimane prima
Ritirate fedi e vestiti. Chiedete una mano a qualche amico o parente di fiducia perchè vi assista nelle faccende pratiche: stampare le cartine per il ricevimento, dare una mano agli invitati circa il parcheggio, avvisare il ristorante, etc..così potrete pensare di più al vostro matrimonio.
1-2 settimane prima
Chiudete la lista degli invitati chiamando eventuali persone che non vi hanno dato risposta. E' brutto dirlo ma una strana prassi vuole che molti non vi facciano sapere se verranno o meno, con lo spiacevole risvolto economico dei posti pagati e non utilizzati che peserà sul vostro bilancio. Non fatevi scrupoli e chiamate tutti per poter passare un numero certo.
Abbassate questo numero di un 10-15%: sono persone che, pur avendovi detto che verranno, all'ultimo momento non presenzieranno al ricevimento. Tenetene conto.
Volete fare un addio al nubilato/celibato?
Qualche giorno prima
Se volete farvi del male ripensate a tutti i dettagli e vedete se c'è tutto. Pensate un minimo a cosa farete "dopo" il matrimonio: casa? si parte? Che macchina userete? Qualcuno vi dovrà accompagnare o venire a prendere? Etc..Etc..
Avete portafoglio, soldi, documenti, etc..? Bene. A questo punto rilassatevi e pensate a quello che state per fare. Se vi sposate con rito religioso confessarsi prima delle nozze è un'ottima idea.
The D-Day
E' il grande giorno: auguri!


COMINCIA UN CAPITOLO NUOVO: IL MATRIMONIO

Ehi ragazzi, parliamo di cose serie adesso.
C'è un matrimonio da organizzare.......
Dunque, queste sono le cose da fare:

FISSARE LA DATA DEL MATRIMONIO
SCEGLIERE LA PARROCCHIA DELLA CERIMONIA
PRENOTARE LA DATA STABILITA COL PARROCO
SCEGLIERE LA LOCATION
PARTECIPARE AL CORSO PREMATRIMONIALE
STABILIRE DEI BUDGET
LISTA INVITATI
PARTECIPAZIONI ED INVITI
ABITO DA SPOSA
SCARPE ED ACCESSORI
DOCUMENTI
FOTOGRAFO
DECORAZIONI FLOREALI
BOUQUET
BOMBONIERE
LIBRETTO MESSA
CERIMONIA: CANTI, LETTURE, CORO
TABLEAUX
SEGNAPOSTO
SEGNATAVOLO
MENU'
TRUCCO E PARRUCCO
VIAGGIO DI NOZZE
FEDI
CAKE TOPPER
TORTA NUZIALE
NOLEGGIO MACCHINA
MUSICA
LISTA NOZZE

ovviamente

LA CASA
ARREDAMENTO

5 ANNI INSIEME:

5 anni! Si proprio 5, ne è passato di tempo, ma noi siamo ancora qua, ve lo avevo detto che era Lui. No?

Ma non è finita, tra poco di sposeremo, e la nostra storia rimarrà scritta per sempre.
Per questo ho voluto in breve raccontare come è iniziata, per non dimenticarlo mai, per rivivere quei momenti, per far si che insieme, ricordandoci di quei momenti possiamo riderci sopra e pensare a quanto eravamo impacciati, a quanto abbiamo anche sofferto, perchè l'amore non è solo rose, ma soprattutto per rimembrarci che insieme ce l'abbiamo sempre fatta.

RICORDI:

Ricordo:
- la prima volta che ho incontrato i suoi genitori
- i suoi amici
- la prima vacanza "insieme" non andata proprio come speravo
- il primo regalo
- i momenti di difficoltà
- i san valentini
- gli anniversari
- le avversità a cui la vita ci ha messo davanti
- le volte che mi passava a prendere da scuola
- l'inizio del mio lavoro da lui sostenuta

Insomma, 5 anni non si possono scrivere tutti in una pagina, è impossibile.
La farò breve per non tediarvi più di tanto.
Dopo tre mesi ci siamo fidanzati, ci siamo dichiarati il nostro amore, certo non era come me lo aspettavo, seduti sul divano a vedere una partita di calcio, io mezza addormentata.
Bridget Jones ha trovato il suo Mark.......

IL PRIMO APPUNTAMENTO

Tu tum, tu tum, tu tum.
Il cuore mi scoppia. Tra poco lo vedrò e saremo soli, cosa ci diremo? Che imbarazzo.

Dopo pranzo ricevo un suo messaggio, andremo al parco di un paese vicino, perchè non vuole che nessuno ci disturbi, conosce un sacco di gente.

Arriva la sua macchina e praticamente mi precipito verso di lui, tu tum, tu tum, tutto ok. Parliamo delle ns vite, di quello che facciamo.
Arriviamo al parco e lui mi prende per mano..... tu tum tu tum tu tum tu tum tu tum tu tum... aiuto.....
Tutto è più semplice di quel che credevo, ci assomigliamo in moltissime cose, sembravamo due amici che si conoscono da anni.
Gli argomenti finiscono però e il parco non è tanto grande... quindi........ non chiedetemi come, ma ci siamo incontrati a metà strada e ci baciamo........... IL MIO PRIMO BACIO.
E' lui, so che è lui.
I miei amici sono fantastici! Si sono accorti della simpatia reciproca che si era creata e hanno fatto di tutto per farci incontrare di nuovo.
Eravamo impacciatissimi, ognuno di noi sapeva sulla vita dell'altro perchè nel frattempo ci eravano informati entrambi, e stare lì quella sera era spudoratamente per farci rivedere.
Ci hanno portato ad una sagra paesana dove suonavano i tamburi, forse per fargli guadagnare punti, lui suona le percussioni nella Banda del Paese e di Bologna, scopro che fa anche da catechista ai bimbi della Parrocchia, ma insomma quante cose fa? E io? Niente... ero un pò demoralizzata. Pensavo che non potessi avere niente di interessante, lui era così sportivo, dinamico, socievole e impegnato, mentre io una pigra assoluta.
Terminiamo la serata in un pub messicano e guarda caso, ci sediamo vicini in fondo al tavolo, nessuno può disturbarci.
Faccio una cosa che pensandoci ora non è da me, ho preso il suo telefono e gli ho scritto il mio numero, in poche parole, non volevo perderlo, volevo che si ricordasse di me....... Vittoria! Lui fa lo stesso con il mio.
Ci salutiamo, ma dopo pochi minuti in macchina mi arriva un messaggio..... Vuole vedermi il giorno dopo........................ No... No.... non ci credo.... Me, vuole vedere proprio me.
CERTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.

FINALMENTE LUI

E' incredibile! Passi tanto tempo a pensare al giorno in cui la vita ti cambierà, e quando te ne dimentichi o vuoi passare del tempo con i tuoi amici o per te stesso.... Eccolo.... Finalmente Lui!!!!

Era il 30 di aprile 2005, e lo ricordo come se fosse in questo momento; doveva essere una serata come tante altre, passata con gli amici in un pub del paese e ridere e prendersi in giro, ma qualcosa era diverso....
Ricordo che a differenza delle altre volte, aspettavo che mi passassero a prendere in giardino perchè era una serata bellissima, il sole stava tramontando e facevo compagnia al mio papà che, come tutti i giorni, annaffiava i fiori; appena arriva la macchina, noto subito che siamo un pò fitti lì dentro, e qualcuno che non conosco mi guarda e sorride...... Si chiama Paolo ed ha 20 anni.
Eccoci arrivati al parcheggio e lì parte inesorabile come sempre, la mia figuraccia che ovviamente non può mancare...... scambio una persona per un'altra e tutti giù a ridere (da allora questa persona è rimasta Jimmy per me), tutto tranquillo finchè non arriviamo al tavolo, ordiniamo da bere, io sono astemia quindi divido il mio analcolico con la mia amica, cominciamo a ridere e divertirci, poi lui cambia posto e si siede davanti a me, mi piace proprio, è simpatico, divertente, spiritoso ma allo stesso tempo discreto e riservato, insomma, mi colpisce. Fa battute in continuazione e io non riesco a smettere di ridere.
La serata passa troppo in fretta ed è ora di rientrare, tutte le donne hanno i tacchi alti e la strada da percorrere è in discesa con la ghiaia, tutti conoscono la mia goffaggine con le scarpe alte, non ce la posso fare, e lì cosa fa? Si mette davanti a me per prendermi nel caso dovessi cadere. PUNTI PUNTI PUNTI.
Ci salutiamo con il sorriso, ma dentro di me, sentivo già la malinconia e la voglia di rivederlo.

lunedì 17 gennaio 2011

Ho passato un periodo in cui cercavo il Vero Amore, avete presente "Come d'incanto"? Bellissimo, a mio parere, film/cartone dove la giovane Jiselle crede che il bacio del Vero Amore tutto possa fare? Ebbene, se ieri ero Bridget Jones, oggi sono come Jiselle.
Pensavo, come lei che sarebbe bastato uno sguardo per capire quale sarebbe stata la mia anima gemella, addirittura c'è chi crede che il suo uomo ideale abbia caratteristiche ben precise, ci si crea degli stereotipi..... moro con i capelli chiari ecc. ecc. io non ho mai pensato a questo, ho sempre creduto che l'aspetto aveva la sua importanza, certo, ma addirittura pretendere che fosse esattamente come la copertina di Dolce & Gabbana mi sembrava troppo.
Su una cosa ero fermamente convinta però, e questo nessuno avrebbe potuto convincermi del contrario, volevo che avesse i miei stessi principi e che fosse sincero al 100%. Forse è per questo che camminavo sempre sola????????? :-)
Non un fidanzato, mai dato il primo bacio, impacciata, timida, e confusionaria, le figuracce sono all'ordine del giorno. ECCOMI! La Bridget Jones italiana. L'unica cosa che non ci accomuna è il fumo e i Kg di troppo. Così è cominciata la mia vita da adolescente; e se mi guardo indietro ora, mi viene da sorridere.
Passavo pomeriggi in casa a chiedermi per quale motivo le mie amiche avessero file di "pretendenti", mentre io mi guardavo intorno spaesata e confusa, mai all'altezza della situazione.
Certo, raccontata così è veramente triste, ma c'è sempre un lieto fine.
Ero invidiosa delle coppie che vedevo all'uscita da scuola, che al suono della campanella correvano ad abbracciarsi, loro si volevano bene, avevano un appoggio, si sentivano amate e protette; ma la verità è un'altra..... CENERENTOLA NON è PIù QUELLA DI UNA VOLTA. L'amore tra i ragazzi di oggi, è tutta un'altra favola.
Sei intelligente? Non guadagni punti extra.
Sei romantica? Sono tutte cose da femminuccia.
Se arriva una + bella di te, sei OUT.... Ehm, ma ovviamente non è colpa tua.
E se poi in discoteca baciano 3 o 4 ragazze...... Che male c'è, non era niente di importante.
Ecco perchè un giorno, o meglio dire IL giorno, l'invidia è evaporata come l'acqua per la pasta. Io non volevo questo, cercavo l'Amore, il Vero Amore.
Cos'è per me il vero amore?
Quello che ti ama incondizionatamente senza chiedere nulla in cambio, quello di cui non puoi fare a meno, quello che vuoi trovare alla mattina appena sveglia, quello che basta uno sguardo per capire cosa non va, quello che ti rassicura anche se è lui che ti ha fatto arrabbiare.
Ho detto niente vero? Eh bè, perchè. qui non ci sono regole. Si può sognare.